Barchette con le noci

Qualche tempo fa me ne stavo “sfogliando” il web alla ricerca di non so cosa, e mi sono imbattuto, più per caso che per scelta, in una pagina del blog di Daria, questa in particolare. L’idea venuta alla piccola Alice mi ha aperto la memoria di ricordi, di quel bambino che. spogliate le noci dei succulenti gherigli, costruiva fantastici velieri con i gusci rimasti.

Ecco il nuovo gioco per i bimbi, ansiosi di nuove avventure.
Barchetta con noce
Devo subito scusarmi per non poter dare indicazioni chiare sulla modalità da me seguita per la realizzazione delle nostre barchette, perchè (mea culpa) non ho realizzato il “servizio fotografico” dell’evento,quindi per spiegarmi meglio mi servirò di varie immagini “catturate” dal web.
Il necessario:
– Noci
– Pasta da modellare
– Stecchini di legno
– Un foglio di carta
– Forbici

Procedimento:
Guscio di noceAnzitutto occorre aprire le noci. L’apertura deve avvenire in maniera tale da tagliare esattamente a metà la noce senza che vi siano rotture del guscio. Vi mostro a fianco il risultato corretto.
Ovviamente il gheriglio lo utilizzerete come meglio credete, ma l’idea di Daria (pane con le noci o, se preferite, pan nociato) mi alletta alquanto.
In ogni caso, una volta svuotato il guscio, avrete ottenuto la chiglia della vostra futura barchetta.
Ora inizia l’aiuto dei bambini che ovviamente vorranno partecipare attivamente al progetto.

Noce con la pasta da modellareIl guscio vuoto va riempito con della pasta da modellare, in maniera tale che l’albero maestro potrà essere opportunamente sostenuto.
Applicarne un quantitativo tale che non appesantisca troppo la barchetta; dopo i primi tentativi capirete immediatamente il giusto quantitativo.

Ora occorre creare le vele.
La fantasia non ha limiti, quindi potrete disegnare sulla carta la forma che più preferite per le vele della vostra barca: triangolari, rettangolari, trapezioidali; quindi con le forbici ritagliatene i contorni.
Sinceramente mi sono lasciato prendere la mano e ho utilizzato un prestampato di vele che potete scaricare  dal link di seguito(Barche con noci). Io ho utilizzato solo le forme delle vele ma potete prendere spunti per rendere ancor più preziosa la barchetta.

Una volta ottenute le vele occorre assicurarle all’albero (lo stecchino). Nai in maniera molto semplice abbiamo praticato dei fori sulle vele aiutandoci con la punta dello stecchino, quindi abbiamo infilato le vele nello stecchino stesso.
Ho visto soluzioni diverse che prevedono di incollare (con colla a caldo o simile) la vela allo stecchino. La mia scelta è stata dettata soprattutto dai miei ricordi di bambino.
Ed ecco a voi il risultato finale anche se, ribadisco, non è esattamente quello da noi realizzato in quanto non ho pensato di fotografare il tutto, comunque è abbastanza simile (qui è stata utilizzata la cera anzichè la pasta da modellare).
Barchetta con le noci finale

Ovviamente la barchetta, se ben costruita, galleggia veramente. Riempiamo un secchio, il lavandono o, per i più audaci, la vasca, muniamoci di stracci per gli inevitabili schizzi provocati dalle alte onde che muoveranno il mare, e…………………. buona navigazione.

Annunci

One thought on “Barchette con le noci

  1. Ciao Francesco, logicamente appena visto il tuo commento sono passata a curiosare sul vostro blog! Intanto grazie per la citazione e complimenti per le belle idee che avete. Mi sento molto in sintonia col vostro modo di essere famiglia! Passerò a trovarvi spesso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...