Il sapone fatto in casa, ricetta senza soda caustica

Sapone_1Diciamo che il “fatto in casa” è una delle attività che più mi appassionano. Passando il tempo riscopro sempre più l’arte di farmelo da me perchè molto spesso è meglio rispetto a quello che trovo in commercio e, soprattutto, è normalmente più eco-compatibile. Ecco allora riscoprire vecchi modi per realizzare giochi, come ad esempio il fucile a elastici oppure la corsa coi tappi, oppure rimedi ecologici per realizzare il detersivo per la lavatrice, l’ammorbidente, ecc.; in questo contesto mi sono sempre piaciute le saponette artigianali, quelle che nei mercatini tagliano con il coltello, per intenderci. Per farle però ho sempre ottenuto “ricette” con la soda caustica (vedi ad esempio qui) e relative difficoltà nella preparazione, proprio a causa di questo ingrediente che potrebbe reagire in maniera “esplosiva” con altri ingredienti.

Ho però scoperto che la soda caustica non è assolutamente indispensabile per preparare il sapone; esiste un sostituto “non pericoloso” : la lisciva, un composto prodotto grazie alla cenere!

Ingredienti:
– 5 litri di acqua
– 1kg di cenere
– 750ml di olio di oliva
– 50g di amido
– olio essenziale di profumo

Modalità per la preparazione:
come dicevamo si comincia con la lisciva che si prepara mettendo in una pentola l’acqua con la cenere, mescolare bene, quindi lasciare cuocere a fuoco molto lento due ore. Al termine occorre filtrare il composto per evitare la creazione di grumi; per farlo basta prendere un contenitore, porre sopra un telo e versarci sopra la lisciva.
In una seconda pentola porre l’olio e farlo scaldare fino ad arrivare a 30°, dopo di che versateci dentro metà della lisciva preparata, mentre nell’altra metà metteteci l’amido, mescolando molto bene in entrambe i contenitori.
Ora mettere nella pentola con olioe lisciva  il contenuto della pentola con lisciva e amido, continuando a mescolare molto bene; aggiungere l’olio essenziale  per profumare il sapone.
Versare infine il composto nel contenitore e fare riposare per due settimane.

Proviamo?

A proposito, volete delle idee per il contenitore del sapone? Vi presento i consigli dei greenme, ma potete creare e riciclare contenitori anche da voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...